Umbria: la città di Amelia e il Comprensorio dell'Amerino | Umbria Experience
Ricerca nel sito
Home > Territorio > Umbria: la città di Amelia e il Comprensorio dell’Amerino. Umbria: la città di Amelia e il Comprensorio dell’Amerino.
Amelia è un comune di 12.082 abitanti in provincia di Terni, a pochi chilometri da Narni, fulcro del Comprensorio dell'Amerino e patria di Piermatteo d'Amelia, pittore rinascimentale. Il Comprensorio dell'Amerino, si estende fra il territorio Ternano-Narnese a sud ed Orvietano a nord. Per la vasta estensione il paesaggio è caratterizzato da situazioni morfologiche molto differenti, e ci offre panorami magnifici che vanno dalla fertile pianura alluvionale della collina, fino alla boscosità delle foreste. La natura trova momenti di esaltazione nell’Oasi di Alviano, nel Parco Fluviale del Tevere, che condivide con il territorio orvietano, e nel Parco del Rio Grande. Le foreste sono piene di alberi di leccio, quercia, farnia e carpino. A nord, nella zona del Comune di Avigliano Umbro, si possono ammirare centinaia di ettari di castagneti. La flora del sottobosco, è ricca, tra l'altro, di numerose specie di felci, di orchidee spontanee (protette), di fragole e funghi. Le campagne e boschi sono segnati da numerosi sentieri che tracciano percorsi interessanti per gli appassionati di trekking a piedi o a cavallo. I Parchi di San Silvestro (Fornole), della Cavallerizza (Amelia) e dell'Aiola (Guardea) offrono, nel bosco, ampi spazi attrezzati per piacevoli soste e per l'osservazione naturalistica. Il territorio è impreziosito da molti centri minori (Giove, Penna in Teverina, Alviano, Attigliano, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Toscolano, Collicello, Santa Restituta, Sismano, Castel dell’Aquila), tutti intatti nella loro atmosfera medievale e con notevoli resti di torri, castelli e mura antiche. Gli antichi popoli italici e poi i Romani, che hanno abitato questa parte della provincia, hanno lasciato grandiose e significative testimonianze. Spettacolari sono le mura poligonali di Amelia. Espressione dell’ingegneria idraulica dei Romani sono le cisterne. Notevole esempio dell’arte di questa civiltà è la bella statua del Germanico collocata nel locale Museo Archeologico. Nell’ambito dell’archeologia s'inserisce la Foresta fossile di Dunarobba, un sito paleontologico tra i più importanti nel mondo. L’arte trova momenti di vera grandezza nella raffinata Collegiata di Lugnano in Teverina. Non va poi dimenticato il Castello di Alviano e la Torre Civica di Amelia, splendidi esempi di architettura. La gastronomia gioca un ruolo di prima piano: la selvaggina, le palombe alla leccarda, i fichi ripieni di antica tradizione, sono un’eccellenza della cucina locale. Feste tradizionali e folkloristiche rimandano alle tradizioni del Mdioevo come il Palio dei Colombi e la Rievocazione storica degli Statuti Amerini di Amelia.
Hai selezionato il comprensorio Amerino: 119 eccellenze trovate


Tematismo: Archeologia, "L'altro particolare"
Sotto-tematismo: Singoli reperti e altro, Sotterranei
Comune: Amelia
Testimonianza notevole di archeologia e importante esempio dell'ingegneria idraulica dei Romani: sono 10 ambienti di grandi dimensioni realizzati tra il I e il II sec. d.C. per l'approvvigionamento idrico della città. Dimensioni medie comprese tra 18,80 -19,60 m. di lunghezza e 5,00-5,10 m. di larghezza. L'altezza è di 6 m. circa in chiave di volta.
Tematismo: Archeologia
Sotto-tematismo: Mura, ville rustiche e templi
Comune: Amelia
Sono la più grandiosa testimonianza della civiltà italica. Definite ciclopiche per le proporzioni, sono mura possenti, paragonate in bellezza alle costruzioni degli Incas. Circondano la città per oltre 700 m., hanno uno spessore di 3,5 m. e un'altezza di oltre 8 m. Sono formate da grandi blocchi tenuti insieme senza malta cementizia. Per alcuni risalgono all'epoca italica (VI sec. a.C), altri propongono il IV sec. a.C.
Tematismo: Archeologia
Sotto-tematismo: Singoli reperti e altro
Comune: Amelia
Splendido esempio di statua bronzea di epoca romana. E' alta m. 2,14 e raffigura il condottiero Germanico: bellissima la corazza decorata a bassorilievo con la rappresentazione della lotta tra Achille e Troilo.
Tematismo: Archeologia
Sotto-tematismo: Al chiuso: Musei, Antiquarium, Raccolte
Comune: Amelia
Importante raccolta di reperti provenienti dall'antica città romana di Ameria (odierna Amelia) dalle origini al Medioevo, distribuita secondo un percorso tematico. Oltre alla statua di Germanico, vi sono custodite l'ara neoattica con scene di danza e la testa di Alessandro-Augusto.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Statua di Germanico (Cod: 120.01 (119)): Splendido esempio di statua bronzea di epoca romana. E' alta m. 2,14 e raffigura il condottiero Germanico: bellissima la corazza decorata a bassorilievo con la rappresentazione della lotta tra Achille e Troilo.
Quadreria (Cod: 120.02 (422)): Vi sono raccolti diversi dipinti già conservati nel Palazzo Comunale: tra questi i ritratti di personaggi illustri
Tematismo: Arte
Sotto-tematismo: Architettura: Chiese
Comune: Amelia
Costruita sul punto più alto della città, risale alla prima metà del XI secolo, ma fu più volte trasformata. L'intervento decisivo risale al '600 e fu in parte dovuto alla mano del Bernini. La decorazione ad affresco è di Luigi Fontana (XIX sec.). E' presente un presepe artistico in gesso realizzato da C. Chiappafreddo..
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Raccolta Storico-artistica del Duomo (Cod: 122.05 (357)): Nel Duomo sono visitabili il monumento funebre del vescovo Giovanni Geraldini (1476 attribuito ad Agostino di Duccio, i sepolcri dei vescovi Baldo e Bartolomeo Farrattini (sec XVI), opere di Ippolito Scalza.
Colonna di Santa Firmina (Cod: 122.01 (439)): E' la colonna a cui, secondo la tradizione, venne legata santa Firmina, patrona di Amelia, per essere martirizzata. Essa proviene dalla cripta dove la Santa era sepolta insieme a santo Olimpiade.
Raccolta Diocesana (Cod: 122.02 (440)): Comprende diversi dipinti facenti parte del patrimonio ecclesiastico. Sono custoditi nei locali annessi al Duomo e verranno inclusi nella Pinacoteca cittadina. Tra le opere si ricordano quelle del Barbiani e del Perini.
Stendardi turchi (Cod: 122.03 (441)): Sono le bandiere conquistate ai Turchi in occasione della battaglia di Candia o, secondo altri, nella battaglia di Lepanto.
Monumenti funebri dei Farrattini (Cod: 122.04 (442)): Pregevoli esempi di monumenti funebri ornati da bassorilievi e statue collocate entro una struttura architettonica. Situati nella cappella Farrattini, sono stati realizzati nel '500 da Ippolito Scalza.
Tematismo: Arte
Sotto-tematismo: Architettura: Rocche, castelli, porte, torri,
Comune: Amelia
La torre, alta più di 32 m., domina il colle su cui sorge Amelia rappresentando, per la città, il simbolo delle libertà comunali. Ha pianta dodecagonale. Un'iscrizione la dice eretta nel 1050, in realtà è antecedente. Nella parte bassa della torre sono inseriti reperti di epoca romana tra cui una meridiana.
Tematismo: Arte
Sotto-tematismo: Architettura: Palazzi, ville, teatri
Comune: Amelia
Elegante ed armonica architettura: risulta una copia in scala ridotta del Palazzo Farnese di Roma. Progettato da Antonio da Sangallo il Giovane, fu realizzato nella prima metà del '500. All'interno si ammirano opere degli Zuccari e un elegante soffitto a cassettoni.
Tematismo: Arte
Sotto-tematismo: Architettura: Chiese
Comune: Amelia
Eretta nel 1287 in forme romanico-gotiche fu trasformata nel '400 con l'aggiunta del chiostro e del convento. Oltre ad affreschi di scuola giottesca, conserva i 6 sepolcri della famiglia Geraldini: quello di Matteo ed Elisabetta sono dell'artista Agostino di Duccio.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Monumenti funebri dei Geraldini (Cod: 127.01 (491)): Pregevoli opere scultoree situate nella cappella dedicata alla famiglia Geraldini. I sepolcri di Matteo ed Elisabetta sono opera di Agostino di Duccio, gli atri da Andrea Bregno, Antonio Pini e Luigi Capponi.
Tematismo: Archeologia
Sotto-tematismo: Vie, ponti e porti
Comune: Amelia
La strada collegava Roma al territorio amerino e fu importante arteria commerciale e di colonizzazione dell'antica Roma. Un buon tratto è visibile ad Amelia.
Tematismo: Natura e Ambiente
Sotto-tematismo: Scenari particolari di pregio
Comune: Amelia
Un ambiente naturale di grande pregio e un?oasi di tranquillità: l'area del torrente Rio Grande e del lago Vecchio, un bacino formato dallo sbarramento della diga medievale della Para, sono stati dichiarati parco naturale: lo affiancano piste ciclabili e percorsi della salute.