Ferentillo, due paesi in uno | Umbria Experience
Ricerca nel sito
Home > Territorio > Ferentillo, due paesi in uno Ferentillo, due paesi in uno

Suddiviso nei nuclei di Precetto e Matterella, si colloca ai piedi di rilevi boscosi in uno dei punti più suggestivi della Valnerina che qui forma una stretta gola.

Torri e mura merlate facenti parte delle antiche rocche scendono dai crinali dei monti Sant'Angelo e Gabbio. Il toponimo deriva da “Ferentum illi”, cioè "quelli di Ferento" in riferimento ai coloni fondatori di Ferentillo giunti qui nel 742 al seguito del re Liutprando.

Precetto ha struttura medievale con scalinate e stradine. Nella cripta della chiesa di S. Stefano (XV sec.) il Museo delle Mummie.
A Matterella c’è la collegiata di Santa Maria con affreschi di scuola di Raffaello e il rinascimentale palazzo Motholon già residenza dei Cybo signori del paese.

Hai selezionato il comune Ferentillo: 14 eccellenze trovate


Tematismo: Natura e Ambiente
Sotto-tematismo: Parchi/Giardini
Un parco dove natura e acqua si esaltano. Definito il "Parco delle Acque" per l'abbondanza dell'idrografia, è un'area protetta di grande pregio ambientale. Acque limpide, vegetazione lussureggiante con presenza di rare specie di fiori e di felci, è anche il parco dei grandi scenari naturali che hanno il loro punto di forza nella Cascata delle Marmore e nelle gole della Valnerina
Tematismo: "L'altro particolare"
Sotto-tematismo: Curiosità e rarità
Straordinaria sequenza di corpi mummificati rimasti intatti per le eccezionali condizioni chimiche e ambientali del terreno. Di essi si riconoscono le fattezze del viso (il cinese) o le cause della morte (l?impiccato o il campanaro caduto dall?alto). Visibili nella cripta utilizzata per secoli come cimitero.
Tematismo: "L'altro particolare"
Sotto-tematismo: Musei e ricordi della civiltà contadina
Un'affascinante finestra sul passato e sugli strumenti di lavoro e mestieri della civiltà contadina inseriti in un antico mulino del XVII sec. con macchinari tuttora funzionanti. Si tratta di una straordinaria documentazione di oltre 3000 oggetti di uso quotidiano.
Tematismo: Arte
Sotto-tematismo: Architettura: Rocche, castelli, porte, torri,
E' quanto resta degli antichi baluardi difensivi del territorio: una doppia cortina di mura merlate, torri di avvistamento e rocche trecentesche seguono il crinale dei monti che scendono fino a restringersi nella stretta e suggestiva gola del Nera presso Ferentillo
Tematismo: Arte, "L'altro particolare"
Sotto-tematismo: Pittura / Scultura/altro, Curiosità e rarità
Raro e significativo esempio di arte longobarda del VII sec. Un lato del paliotto riporta la firma dell'autore "Ursus", prima firma in assoluto nel campo dell'arte.
Tematismo: Arte
Sotto-tematismo: Pittura / Scultura/altro
Il pregevole ciclo di affreschi di scuola umbra del XII sec. che ricopre le pareti di San Pietro in Valle segna un momento di passaggio decisivo della pittura che, per la prima volta nel panorama artistico italiano, si distacca dal bizantinismo.
Tematismo: Misticità, Arte, Archeologia
Sotto-tematismo: Abbazie benedettine, Pittura / Scultura/altro, Singoli reperti e altro
Arte, misticità, bellezza della natura: inserita nello splendido paesaggio della Valnerina, è considerata monumento nazionale perché racchiude l'arte di diverse epoche (romana, longobarda, romanica). E' tra le più antiche dell'Umbria. Notevoli il chiostro e il campanile. Fu fondata nell'VIII sec. dal duca di Spoleto Faroaldo II ritiratosi a vita eremitica sul luogo dove vissero alcuni anacoreti Giovanni e Lazzaro.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Sarcofagi di San Pietro in Valle (Cod: 004.01 (05)): Interessanti esempi di arte romana e longobarda i cinque preziosi sarcofagi risalgono al III o IV sec.: hanno la fronte scolpita a bassorilievo con diversi temi classici come "Scene di caccia" o "Amore e Psiche". Uno di essi forse accoglie le spoglie di Faroaldo II.
Paliotto d'altare di San Pietro in Valle (Cod: 004.02 (06)): Raro e significativo esempio di arte longobarda del VII sec. Un lato del paliotto riporta la firma dell'autore "Ursus", prima firma in assoluto nel campo dell'arte.
Il Vecchio e il Nuovo Testamento (Cod: 004.03 (488)): Il pregevole ciclo di affreschi di scuola umbra del XII sec. che ricopre le pareti di San Pietro in Valle segna un momento di passaggio decisivo della pittura che, per la prima volta nel panorama artistico italiano, si distacca dal bizantinismo.
Tematismo: Arte, Archeologia
Sotto-tematismo: Pittura / Scultura/altro, Singoli reperti e altro
Interessanti esempi di arte romana e longobarda i cinque preziosi sarcofagi risalgono al III o IV sec.: hanno la fronte scolpita a bassorilievo con diversi temi classici come "Scene di caccia" o "Amore e Psiche". Uno di essi forse accoglie le spoglie di Faroaldo II.
Tematismo: "L'altro particolare"
Sotto-tematismo: Musei e ricordi della civiltà contadina
Classico esempio di mulino ad acqua a ruota idraulica oggi ristrutturato, è un'importante documentazione dei numerosi mulini presenti nella Valnerina rimasti funzionanti fino agli anni Cinquanta. E' divenuto Rifugio escursionistico.
Tematismo: Arte
Sotto-tematismo: Architettura: Chiese
Venne eretta nel XV secolo sopra un altro edificio religioso poi divenuto la cripta della chiesa. All'interno si ammira un fonte battesimale e un affresco di metà '500 di Jacopo Siculo avente per tema la "Natività".
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Museo delle Mummie (Cod: 001.01 (001)): Straordinaria sequenza di corpi mummificati rimasti intatti per le eccezionali condizioni chimiche e ambientali del terreno. Di essi si riconoscono le fattezze del viso (il cinese) o le cause della morte (l’impiccato o il campanaro caduto dall’alto). Visibili nella cripta utilizzata per secoli come cimitero.