Ricerca nel sito
Home > Eccellenze
Hai selezionato il tematismo Misticità: 37 eccellenze trovate in tutto il territorio

Vedi anche i sottotematismi relativi:
Spechi e luoghi francescani (16) | Abbazie benedettine (8) | Eremi e santuari (15)

Visualizza le eccellenze nel territorio
Comune: Terni Luogo mistico per eccellenza intitolato al patrono di Terni e degli innamorati. La chiesa fu eretta nel 1605 su precedenti edifici religiosi eretti sul luogo ove era stato sepolto san Valentino. Conserva le sue reliquie ed e abbellita da molte opere d'arte.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Pozzo di San Valentino (Cod: 035.01 (426)): E' qui che gli innamorati provenienti da tutto il mondo sono soliti lasciare il loro messaggio d'amore e le loro richieste di grazia. E' così chiamato l'oratorio del '700 racchiuso entro un coro con balaustra marmorea e immagine del "martirio del Santo".
Cripta di San Valentino (Cod: 035.02 (427)): Sorse intorno a quella che fu la primitiva tomba di San Valentino. Col tempo venne abbellita dai suoi discepoli che la trasformarono in oratorio. La cassa di marmo racchiude le ceneri dei corpi dei discepoli del patrono degli Innamorati Procolo, Efebo e Apollonio.
Museo della basilica di San Valentino (Cod: 035.03 (428)): Sono esposti alcuni frammenti di plutei e altri reperti venuti alla luce nei vari scavi e riferibili ad un'area cimiteriale cristiana dei primi secoli dopo Cristo.
Urna di San Valentino (Cod: 035.04 (429)): Oggetto della devozione degli innamorati, l'urna in argento massiccio custodisce le reliquie del Santo.Posta sotto l'altare maggiore, fu realizzata alla fine del '600 dopo che era stato ritrovato il corpo del Santo sotto la basilica.

Comune: Ferentillo Arte, misticita, bellezza della natura: inserita nello splendido paesaggio della Valnerina, e considerata monumento nazionale perche racchiude l'arte di diverse epoche (romana, longobarda, romanica). E' tra le piu antiche dell'Umbria. Notevoli il chiostro e il campanile. Fu fondata nell'VIII sec. dal duca di Spoleto Faroaldo II ritiratosi a vita eremitica sul luogo dove vissero alcuni anacoreti Giovanni e Lazzaro.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Sarcofagi di San Pietro in Valle (Cod: 004.01 (05)): Interessanti esempi di arte romana e longobarda i cinque preziosi sarcofagi risalgono al III o IV sec.: hanno la fronte scolpita a bassorilievo con diversi temi classici come "Scene di caccia" o "Amore e Psiche". Uno di essi forse accoglie le spoglie di Faroaldo II.
Paliotto d'altare di San Pietro in Valle (Cod: 004.02 (06)): Raro e significativo esempio di arte longobarda del VII sec. Un lato del paliotto riporta la firma dell'autore "Ursus", prima firma in assoluto nel campo dell'arte.
Il Vecchio e il Nuovo Testamento (Cod: 004.03 (488)): Il pregevole ciclo di affreschi di scuola umbra del XII sec. che ricopre le pareti di San Pietro in Valle segna un momento di passaggio decisivo della pittura che, per la prima volta nel panorama artistico italiano, si distacca dal bizantinismo.

Comune: Narni Misticita, ricordi francescani e natura superba fanno dello speco un luogo indimenticabile, costruito presso le grotte ove si ritirava in preghiera san Francesco. Suggestivi sono il chiostro, la piccola cappella , il refettorio, il letto in pietra del Poverello di Assisi e il bosco secolare.

Comune: Baschi Spiritualita e bellezza della natura: questo e l'eremo camaldolese situato nel vallone omonimo e in ambiente naturale di grande pregio contraddistinto da macchia mediterranea. E' cosi chiamato per l'affresco che riproduce l'Epifania o "piccola Pasqua".

Comune: Narni Il misticismo delle antiche abbazie benedettine e la bellezza degli scenari naturali: il complesso, uno dei primi fondati in Umbria, si presenta circondato da una cortina di mura merlate in mezzo al verde dei boschi. Risale al XII sec. ma e stato trasformato in epoche successive.

Comune: Narni Piccolo oratorio costruito intorno al sepolcro del Santo venerato a Narni. Di grande suggestione per l'atmosfera mistica e notevole sotto il profilo artistico, ha una bella fronte con riquadrature in marmo, mosaici del VI sec., pavimento in pietra originario e un "Cristo benedicente" del IX sec.

Comune: Baschi Luogo suggestivo di memorie francescane, il convento fu costruito su un terreno donato a san Francesco. Fu ristrutturato nel '400. Interno decorato da affreschi: un Crocifisso del '400, un'Annunciazione del Pastura.

Comune: Orvieto Arte e misticismo: di sicuro impatto visivo "la Badia" e un complesso benedettino del XII sec. poi ingrandito. Sono visibili due chiese, l'abbazia, il caratteristico campanile dodecagonale e affreschi dei secoli XII e XIII. E' solo in parte visitabile perche sede di un complesso alberghiero.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Paliotto d'altare (Cod: 297.01 (320)): Eccezionale esempio di arte barbarica: la parte più antica è del VII sec., la più recente dell'XI. E' contraddistinto da bassorilievi (una Croce e quattro pavoni) e da un raffinatissimo motivo a intrecci.

Comune: Terni Il santuario allunga la fiancata in pietra al termine di un'alta scalinata. Iniziato nel XIII sec. sul luogo ove sosto san Francesco, fu terminato alla fine del XIV sec. Da notare i bassorilievi del portale che, raffigurando temi inerenti alla pesca, costituiscono un omaggio al lago. Interessanti opere all'interno.

Comune: Narni Chiesa gotica del XIV sec. eretta su un piu antico oratorio che fu il luogo ove dimoro san Francesco poi trasformata. Suggestivo interno con affreschi del '300 e '400. Vi e compresa la cappella Eroli che era collegata al vicino Palazzo Eroli.