Loading...

Progetto Flyup


Il progetto Flyup consente una visione dall’alto delle aree archeologiche di epoca romana presenti nel territorio identificato come le Terre di San Valentino, nell’Umbria meridionale.

Flyup presuppone e richiede il coinvolgimento dei turisti che, per godere di questa vista, devono recarsi fisicamente presso quei luoghi. Si tratta di uno stimolo alla visita reale del bene archeologico e/o della struttura museale e uno strumento conoscitivo aggiuntivo per inquadrarlo nel contesto territoriale.

I video, realizzati con i droni, possono essere visionati con il proprio smartphone inquadrando semplicemente il QRcode presente nei cartelli posizionati nei pressi dei punti di interesse.

Per individuare questi cartelli (georeferenziati) basta inquadrare il QRcode del punto di interesse nella mappa e seguire le indicazioni dell’applicazione Google Maps presente in ogni smartphone. Utilizzando questa pagina, basta cliccare sulla MAPPA relativa ad ogni punto di interesse per attivare la ricerca del percorso per raggiungere ogni singolo cartello attraverso Google Maps.

Aree Archeologiche


Parco Archeologico di Ocriculum

L’antica città romana di Ocriculum, lungo la via Flaminia, famosa per il porto fluviale sul Tevere, con alcuni dei suoi edifici pubblici di maggior pregio riportati alla luce e l’Antiquarium dove sono esposti alcuni dei reperti rinvenuti.

Ponte di Augusto a Narni

Ciò che resta della possente opera di ingegneria romana, di epoca augustea, che attraversava le gole del Nera nei pressi di Narnia. Il ponte diruto, celebrato nei secoli dai viaggiatori del Grand Tour.

Area Archeologica di Carsulae

Antica città romana lungo la via Flaminia, è oggi un Parco Archeologico attrezzato che consente una visita ai maggiori edifici pubblici emersi dagli scavi in un contesto naturale di grande pregio.

Anfiteatro Romano di Interamna Nahars

Una struttura romana, antecedente al Colosseo, incastonata nella città medievale, che può essere apprezzata anche in occasione di spettacoli e attività culturali.

Canale Curiano e Cascata delle Marmore

La cascata, opera dell’uomo, fu realizzata dal console romano Curio Dentato scavando un canale in grado di far confluire le acque del Lago Velino fino al salto e alla sottostante Valnerina.

Mappa delle Aree


Scopri tutte le strutture