Ricerca nel sito
Home > Eccellenze
Hai selezionato il sotto-tematismo Singoli reperti e altro: 54 eccellenze trovate in tutto il territorio
Visualizza le eccellenze nel territorio
Comune: Amelia Testimonianza notevole di archeologia e importante esempio dell'ingegneria idraulica dei Romani: sono 10 ambienti di grandi dimensioni realizzati tra il I e il II sec. d.C. per l'approvvigionamento idrico della citta. Dimensioni medie comprese tra 18,80 -19,60 m. di lunghezza e 5,00-5,10 m. di larghezza. L'altezza e di 6 m. circa in chiave di volta.

Comune: Amelia Splendido esempio di statua bronzea di epoca romana. E' alta m. 2,14 e raffigura il condottiero Germanico: bellissima la corazza decorata a bassorilievo con la rappresentazione della lotta tra Achille e Troilo.

Comune: Orvieto Il mondo affascinante dei sotterranei della rupe di Orvieto svela 2500 anni di storia: un percorso agevole attraverso una vera e propria citta scavata nel tufo dove si ripercorre la vita quotidiana dagli Etruschi ai giorni nostri.Vi sono oltre 1200 grotte, cantine per la fermentazione del vino, magazzini per la conservazione dei beni, pozzi e cisterne per l'acqua, cave di pietra, frantoi per l'olio, forni per ceramiche.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Complesso ipogeo - Mulino di Santa Chiara (Cod: 172.01 (511)): Eccezionale ritrovamento di un frantoio attivo al tempo degli Etruschi e rimasto in funzione fino al '600. Sono visibili le grandi macine in pietra, le vasche per la raccolta del prodotto, i locali annessi al frantoio con le stalle per gli animali che dovevano far girare la mola.

Comune: Narni Un eccezionale reperto di archeologia preistorica: di particolare suggestione sono i graffiti preistorici visibili sulla parete esterna della grotta: probabilmente simboli a carattere propiziatorio; si tratta di un doppio fallo e di una mezzaluna da alcuni interpretata come simbolo femminile.

Comune: Orvieto Eccezionale ritrovamento di un frantoio attivo al tempo degli Etruschi e rimasto in funzione fino al '600. Sono visibili le grandi macine in pietra, le vasche per la raccolta del prodotto, i locali annessi al frantoio con le stalle per gli animali che dovevano far girare la mola.

Comune: Orvieto Un pozzo profondo oltre 36 m. e con un diametro di 4 m.: una grande opera dell'uomo scavata nel cuore della rupe di Orvieto dichiarata, per la sua importanza, monumento nazionale. Fu realizzato a partire dal 1528 ampliando un precedente pozzo etrusco visibile a lato con ramponi per la discesa. Nei sotterranei sono stati riportati alla luce cantine, muffole, necropoli e fornaci medievali.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Area archeologica via della Cava (Cod: 328.01 (329)): Nella zona è stata riportata alla luce una grande muraglia identificata come di epoca etrusca: sono blocchi di tufo che proseguono la naturale parete di tufo.

Comune: Orvieto Monumento storico tra i piu antichi e importanti. Sorto nel VI sec., fu ricostruito nel XII sec. e trasformato nel '400. All'interno affreschi del '300 e '400. Nei sotterranei resti etruschi e romani. A fianco un bel campanile dodecagonale, simile a quello dell'abbazia dei SS. Severo e Martirio.
ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:
Sotterranei chiesa di Sant'Andrea (Cod: 184.01 (302)): E' un vero e proprio museo archeologico: vi sono resti preistorici, preromani e romani, tratti di muro di un recinto sacro (periodo villanoviano) trasformato nel V a.C., una strada del V sec. a.C ed è riconoscibile l'impianto urbano di epoca romana.

Comune: Ficulle Interessante chiesa romanica ristrutturata nel '500, conserva un elegante portale di linee gotiche e, all'interno, affreschi del '300 e '400. Notevole il cippo con la raffigurazione del dio Mitra.

Comune: Arrone Di notevole interesse storico-archeologico, e considerato il mulino piu antico dell'Umbria: infatti le strutture riportate alla luce sono riferibili a un frantoio di epoca romana risalente al I^ sec. d.C.

Comune: Narni Interessanti resti di grandi mammiferi appartenenti all'era quaternaria. Le zanne di elephas antiquus sono state rinvenute in loc. Taizzano. Inoltre sono visibili reperti litici del paleolitico.